La realtà virtuale immersiva è sempre più spesso utilizzata all’interno di percorsi di riabilitazione e training per favorire il coinvolgimento degli utenti, che siano pazienti o meno. Le stesse tecnologie riguardano anche altri campi, dalla medicina alla chirurgia.

Uno studio della Universitat Politècnica di València ha analizzato i vantaggi dell’uso della realtà virtuale nel migliorare gli esiti di alcuni programmi di formazione per lavoratori incentrati sulla riduzione dei rischi legati alla postura lavorativa (Diego-Mas JA, Alcaide-Marzal J, Poveda-Bautista R. Effects of Using Immersive Media on the Effectiveness of Training to Prevent Ergonomics Risks. Int J Environ Res Public Health. 2020;17(7):E2592. Published 2020 Apr 10) .

Lo studio tocca, in modo indiretto, problematiche di tipo ortopedico, dal momento che i principali effetti lavorativi si hanno su articolazioni, colonna, muscoli e così via, mette quindi a confronto gli esiti di un programma tradizionale con un altro che utilizza invece la realtà immersiva.

I risultati sono interessanti: anche in questo ambito, la tecnologia in esame consente di aumentare l’attenzione dei partecipanti al training, di ricordare più a lungo quanto appreso e avere una maggiore percezione degli errori ergonomici che agiscono nell’arco della giornata.

Stefania Somaré

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here