Frattura di tibia, nuovi chiodi tibiali

36

LSM-Med presenta il nuovo progetto sui chiodi tibiali per il trattamento delle fratture di tibia, in particolare per fratture metafisarie, diafisarie e del pilone tibiale.

Dopo i risultati ottenuti con il chiodo omerale (Diphos Nail), LSM-Med ha applicato la stessa filosofia anche ai nuovi chiodi tibiali, introducendo il PEEK nella parte prossimale del dispositivo.

Molto usato in campo medico, il PEEK è un polimero che si è fatto strada nel mondo medicale grazie a caratteristiche importanti nel biomedicale, quali eccellente resistenza ai consueti metodi di sterilizzazione, resistenza chimica molto buona, biocompatibilità, stabilità dimensionale, radiotrasparenza.

A livello chirurgico, il PEEK consente di stabilizzare il chiodo con l’inserimento di viti. La vite, maschiando il PEEK, crea la propria sede garantendo una stabilità tra i due componenti.
Pertanto, questo meccanismo stabilizza il chiodo all’interno del canale midollare, evitandone la migrazione. La combinazione tra il filetto della vite e la camicia in PEEK crea una struttura resistente al pull out delle viti, prevenendone la migrazione anche in caso di scarsa consistenza ossea delle corticali.

Il bloccaggio prossimale del chiodo tibiale prevede la presenza di fori angolati, un foro per il fissaggio bicorticale e un foro ad asola mentre la parte distale è caratterizzata dalla presenza di un’asola nel piano antero-posteriore, due fori nel piano medio-laterale e una punta arrotondata per facilitare l’inserimento.

Il chiodo tibiale è un chiodo retto con bending prossimale e distale ed è disponibile in diverse dimensioni sia in termini di lunghezza che di diametro.

LSM-Med continua a innovare nel campo dei dispositivi medici impiantabili, fornendo soluzioni all’avanguardia per migliorare la qualità della vita dei pazienti.
La loro attenzione alla ricerca e sviluppo si traduce in prodotti altamente tecnologici e sicuri, come i nuovi chiodi tibiali, progettati per offrire una stabilità eccezionale e un’ottima adattabilità anatomica.

Ogni dettaglio, dai materiali biocompatibili utilizzati alla configurazione dei fori per il bloccaggio prossimale, è studiato per ottimizzare i risultati clinici e facilitare il lavoro dei chirurghi.
L’impegno di LSM-Med nell’innovazione non si limita alla progettazione, ma si estende anche alla produzione e alla commercializzazione, garantendo che ogni dispositivo rispetti i più elevati standard di qualità e sicurezza.

“Siamo orgogliosi di presentare i nuovi chiodi tibiali, frutto di un impegno costante nella ricerca e sviluppo nel campo dei dispositivi medici impiantabili.

L’introduzione del PEEK – nostro punto di forza grazie alla specializzazione nella progettazione, produzione e commercializzazione di dispositivi in materiale polimerico – e la progettazione anatomica avanzata rappresentano un significativo passo avanti nella qualità delle cure che possiamo offrire.

Il nostro impegno è migliorare costantemente la vita dei pazienti, e questi nuovi dispositivi sono una testimonianza della nostra dedizione a sviluppare soluzioni eccellenti che rispondano alle esigenze cliniche più complesse”, ha dichiarato Massimiliano Manobianco, CEO di LSM-Med.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here