Dolore al tallone plantare: il ruolo dei trigger point

0
260

È possibile che il dolore percepito al tallone plantare dai pazienti con fascite sia dettato da trigger point a livello della gamba e della muscolatura del piede.

A questo proposito, uno studio spagnolo (Ricardo Ortega-Santiago, Marta Ríos-León, Patricia Martín-Casas, César Fernández-de-las-Peñas, and Gustavo Plaza-Manzano, Active Muscle Trigger Points Are Associated with Pain and Related Disability in Patients with Plantar Heel Pain: A Case–Control Study, Pain Medicine, pnz086) ha cercato di verificare se questa relazione sia reale con uno studio che ha coinvolto 35 soggetti con dolore unilaterale al tallone plantare e 35 soggetti di controllo.

I soggetti sono stati visitati da uno specialista in cieco, per valutare la presenza di trigger point a livello del flessore breve dell’alluce, dell’adduttore dell’alluce, del gastrocnemio interno e del muscolo quadrato plantare.

Tre gli indici utilizzati per valutare il dolore e il livello di disabilità: il Foot Function Index, il Foot Health Status Questionnaire e una scala per valutare il dolore.

Lo studio ha rivelato che tra i 35 soggetti con dolore vi sono una media di 4± 3 trigger point attivi, mentre nel gruppo di controllo ci sono solo trigger point latenti.
I due muscoli più colpiti sono il quadrato plantare e il flessore breve dell’alluce. Maggiore è il numero di trigger point attivi e più intenso è il dolore e la relativa disabilità.
Lo studio conferma quindi il ruolo dei trigger point nel dolore alla pianta del piede.

Stefania Somaré

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here