La resezione del perone distale è descritta dal 1938 come metodo per il trattamento delle lesioni neoplastiche che occorrono in questo distretto corporeo.
Negli anni sono state descritte anche varie tecniche per ricostruire la zona resecata, in modo da preservare la tibiotalare e prevenire deformità e disfunzioni.
Nonostante ciò, i pazienti spesso soffrono di dolore cronico, instabilità del valgo, artrite precoce, perdita di funzionalità e necessità di utilizzare una ortesi.

Un gruppo di studio del Community Memorial Health System di Ventura, in California, ha presentato di recente una strategia di trattamento che parte da una escissione del perone distale seguita da una tecnica ricostruttiva ispirata alla procedura di Tommy John per il gomito (Lamb A, Mueller J, Levy E, Hobbs JL, Brien E. Distal fibular excision: A review of the literature and presentation of our reconstruction technique case series. Int J Surg Case Rep. 2021 Feb 11;80:105611. doi: 10.1016/j.ijscr.2021.01.105. Epub ahead of print. PMID: 33621730).

Gli autori hanno presentato due casi trattati con questa tecnica su International Journal of Surgery Case Reports, dimostrando che entrambi i pazienti hanno potuto godere di una stabilità della caviglia a lungo termine e di una piena funzionalità articolare.

Stefania Somaré

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here