Dislocazione primaria anteriore della spalla

1599

mann mit schulter schmerzenÈ stato pubblicato lo scorso 11 gennaio sulla rivista Knee Surgery, Sports Traumatology, Arthroscopy uno studio dedicato alla dislocazione anteriore primaria della spalla, focalizzato in particolare sulla prognosi a lungo termine nei soggetti di età 40 anni o più giovani. Si tratta di uno studio condotto dagli svedesi Hovelius Lennart, del Dipartimento di Ortopedia del Gävle Hospital di Lasarettsvägen, e Rahme Hans, dell’Elisabethsjukhuset di Geijersgatan, in cui vengono analizzate 257 prognosi a lungo termine, nell’ordine dei 25 anni, in pazienti di età compresa tra 12 e 40 anni (a meno di due), raccolti in 27 Pronti Soccorso svedesi tra il 1978 e il 1979. 30 dei pazienti iniziali sono morti durante i 25 anni di osservazione, lasciando solo 227 soggetti totali. Metà delle spalle sono state riposizionate e poi bloccate per 3-4 settimane. In seguito, è seguito il follow up tramite un questionario, che si è ripetuto dopo 2, 5, 10 e 25 anni dall’evento. Analizzando i dati relativi ai soggetti i due ricercatori hanno concluso che circa la metà di tutte le dislocazioni primarie avvenute sotto i 25 anni avranno bisogno di un’operazione successiva per venire stabilizzate, mentre i 2/3 si svilupperanno in differenti stadi di artropatie nei 25 anni successivi.

Stefania Somaré