Al Pini-CTO un corso su riabilitazione personalizzata nelle malattie reumatologiche

0
64

Uno dei tasselli che non dovrebbe mai mancare in un percorso terapeutico per paziente reumatico è la fisioterapia, capace di contrastare la degenerazione del tessuto cartilagineo e il rimodellamento osseo, oltre che di controllare il dolore, soprattutto se in associazione ai farmaci corretti. Per essere davvero efficace, il percorso riabilitativo dovrebbe essere completamente personalizzato sulla condizione clinica del paziente e sulle sue caratteristiche. Ciò comporta conoscenze e grande esperienza.

Spiega Antonella Demarchi, dirigente del Servizio Infermieristico Tecnico e Riabilitativo Aziendale – SITRA dell’ASST Gaetano Pini-CTO di Milano: «il trattamento riabilitativo mirato riduce il rischio di osteoartrosi, di fratture dell’anca, di cadute negli anziani e può prevenire o ritardare la necessità di un intervento chirurgico. Ottenere un piano di riabilitazione personalizzato sulle esigenze del paziente e beneficiare della guida di fisioterapisti appositamente formati permette di gestire il dolore e migliorare sia i movimenti articolari che la deambulazione.

Inoltre, il fisioterapista può collaborare alla prevenzione agendo sui fattori di rischio legati all’osteoartrosi, in particolare sulle lesioni articolari: una corretta valutazione funzionale ed esercizi mirati possono prevenire infortuni, specie se collegati all’attività sportiva, anche occasionale, e migliorare la qualità della vita».

L’ospedale ortopedico milanese presenta, al proprio interno, un Dipartimento di riabilitazione dedicato a varie patologie, comprese quelle reumatologiche, con un apposito team di fisioterapisti esperti. Da qui l’idea di lanciare un Corso di Formazione specialistica.

L’idea è di «valorizzare e ampliare le competenze dei nostri professionisti», sottolinea Anna Maria Maestroni, direttore Socio-Sanitario e direttore ad interim del Dipartimento di Riabilitazione dell’ASST Gaetano Pini-CTO. Ideando partendo dalle richieste dell’Associazione Lombarda Malati Reumatici, il corso durerà tre giorni e toccherà aspetti di clinica e metodiche di trattamento.

Più nel dettaglio, il primo giorno verranno trattate patologie osteo-articolari (artrite reumatoide, artrite idiopatica giovanile, spondilite anchilosante, artrite psoriasica, artrosi, osteoporosi) e del connettivo (lupus eritematoso sistemico, sclerosi sistemica, sindrome di Sjögren, connettiviti indifferenziate e miste).

Si passerà poi studiare a fondo il Progetto Riabilitativo, valutando anche alcune pratiche specifiche, quali l’idrokinesiterapia. Infine, il terzo giorno si vedranno le manovre che il fisioterapista o il terapista occupazionale può utilizzare per ridurre il carico sullearticolazioni infiammate e le modalità per realizzare tutori, plantari e apparecchiature ortopediche su misura del paziente. Ove possibile vi saranno parti pratiche e manuali.

Il corso, accreditato ECM, è al momento un progetto pilota, dedicato ai professionisti interni all’azienda, ma l’intento è poi di aprirlo anche all’esterno.

Stefania Somaré

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here