Tendine di Achille e chirurgia mininvasiva

1138

Un team di ricercatori polacchi ha pubblicato uno studio che presenta i risultati biomeccanici e clinici a lungo termine di un nuovo metodo mininvasivo per intervenire sulle rotture del tendine di Achille e ricostruirlo (Bąkowski, P., Ciemniewska-Gorzela, K., Talaśka, K. et al. Minimally invasive reconstruction technique for chronic Achilles tendon tears allows rapid return to walking and leads to good functional recovery. Knee Surg Sports Traumatol Arthrosc, 2019).

Il metodo, basato su un approccio endoscopico, è stato quindi applicato a 8 piedi/caviglie surgelati da cadavere e a 18 pazienti: i primi sono stati poi sottoposti a controllo biomeccanico, mentre i secondi sono stati sottoposti a un controllo clinico 12 mesi dopo l’intervento.

I risultati ottenuti indicano che il metodo può essere applicato, anche se sarebbero opportuni ulteriori studi, magari su un campione più ampio.

In ogni caso, i pazienti sottoposti alla ricostruzione del tendine d’Achille con il nuovo metodo hanno ripreso la completa quotidianità, in molti casi includendo anche l’attività sportiva.

Stefania Somaré