Scoliosi, al via iscrizioni per due master ISICO

0
194

La scoliosi idiopatica è una patologia che colpisce in prevalenza (80%) gli adolescenti, con una diagnosi che arriva subito dopo lo sviluppo sessuale, evento che stimola la crescita del soggetto e ne mette in evidenza le deformazioni della colonna. È noto che questa condizione interessa prevalentemente ragazze, in un rapporto di 7:3 rispetto ai maschi, anche se occorre sottolineare che nei casi di scoliosi idiopatica infantile questa prevalenza si inverte. Se non adeguatamente curata, la scoliosi può portare a gravi deformazioni della colonna nell’età adulta, associate a dolore e disabilità.

L’obiettivo di un percorso terapeutico è quindi tenere sotto controllo le curve della colonna fino alla fine dell’accrescimento osseo. La scoliosi interessa circa il 3% della popolazione, ma è grave solo nello 0,5%: nei casi più lievi si può utilizzare un approccio osservazionale, affiancato da esercizi riabilitativi che lavorano sulla muscolatura della colonna; man mano che la gravità aumenta occorre affiancare agli esercizi anche l’uso di un corsetto, selezionato in base alle esigenze del soggetto. Infine, se strettamente necessario si arriva all’intervento chirurgico correttivo.

Come detto, la scoliosi colpisce soprattutto ragazze, e ragazzi, adolescenti: questa è una fase di vita difficilissima, fatta di relazione e bisogno di appartenenza, e ciò può inficiare l’aderenza terapeutica del percorso di cura, soprattutto se questo prevede di indossare un corsetto rigido per tutto il giorno. Nonostante ciò, presso l’Istituto Italiano Colonna Vertebrale il tasso di aderenza terapeutica è molto alto: un risultato raggiunto grazie all’alleanza che gli specialisti che lavorano qui sanno creare con il paziente e la sua famiglia… un rapporto di fiducia che permette di capire le ragioni di un dato percorso di cura e di sentirlo proprio. Annualmente gli specialisti di ISICO avviano dei Master per condividere la propria esperienza clinica e scientifica con altri colleghi, nella speranza che il mondo dell’ortopedia internazionale dia maggiore spazio ai trattamenti conservativi di qualità, che consentono di raggiungere un alto tasso di successo terapeutico.

“Principles and Practice of Scoliosis Conservative Treatment” è in lingua inglese ed è il primo Master del 2022: completamente online, dura da gennaio a novembre. 16 moduli, composti di lezioni teoriche registrate che il partecipante può vedere più volte e affiancate da gruppi di discussione e dalla proposta di 2/3 articoli scientifici da leggere come approfondimento. Gli insegnanti sono certamente italiani, ma anche professionisti stranieri di fama internazionale che conoscono e collaborano con ISICO da tempo. L’iscrizione deve essere fatta entro il 17: ci sono ancora pochi giorni.

Qui il link: https://www.scoliosismaster.org/index.php/the-course/application-form. Con la primavera, invece, prenderà avvio anche il master “Riabilitazione dei pazienti affetti da patologie vertebrali. Le deformità vertebrali in età evolutiva e nell’adulto”: 3 sessioni (21-22-23 aprile, 30 giugno e 1-2 luglio, 3-4-5 novembre), per 9 giorni di lezione, ai quali aggiungere 3 giorni di tirocinio presso ISICO. Aperto a medici e fisioterapisti, il master prevede l’erogazioni di ECM, previa compilazione del questionario finale. Per maggiori informazioni: https://www.masterisico.it/index.php/the-course/presentation.

Stefania Somaré