Robotica per la riabilitazione

1445

LINarmL’applicazione software REAPP, collegata a un dispositivo robotico multisensioriale quale LINarm e a un display, permette di supportare il malato, incoraggiarlo e gratificarlo durante la sua attività riabilitativa domiciliare, intervenendo anche tramite un avatar e un assistente virtuale per controllare in tempo reale la postura e la correttezza dei movimenti eseguiti. Questa e altre novità, ultima frontiera della realtà virtuale, sono state presentare all’edizione 2016 della fiera 3D Print Hub e sono state sviluppate con l’obiettivo di ritardare la comparsa dei sintomi della malattia. Numerose ricerche hanno dimostrato che sia l’attività fisica sia l’esercizio cognitivo possono considerarsi fattori di protezione nei confronti della demenza. In questo contesto si colloca, per esempio Goji, un ambiente virtuale per contrastare l’Alzheime, che si propone, da una parte, di far allenare anziani con lievi forme di demenza pedalando su una cyclette all’interno di un “parco virtuale” e, dall’altra, di rafforzare le loro capacità visuo-spaziali tramite la ricerca di oggetti sugli scaffali di un supermercato.