Quando si è anziani anche le cadute più semplici possono sfociare in fratture anche gravi: per questa ragione è necessario ridurre il rischio di cadere.
Si lavora quindi sulla prevenzione, sia modificando gli ambienti in cui l’anziano si muove per rimuovere ostacoli o similari sia rinforzando la capacità di equilibrio dei soggetti, con programmi di esercizi appositamente studiati.

La letteratura insegna, però, che spesso l’aderenza terapeutica a questi programmi è bassa: una soluzione giunge dalle tecnologie digitali, che possono rendere più piacevoli e semplici questi programmi.

Uno studio svedese ha voluto valutare l’affidabilità e l’efficacia di un programma di esercizi digitale, Safe Step, affiancato da video educativi mensili in confronto ai risultati ottenuti con l’uso dei soli video (Pettersson B, Lundin-Olsson L, Skelton DA, et al. Effectiveness of a self-managed digital exercise programme to prevent falls in older community-dwelling adults: study protocol for the Safe Step randomised controlled trial. BMJ Open. 2020;10(5):e036194. Published 2020 May 17. doi:10.1136/bmjopen-2019-036194).

Lo studio è di tipo controllato e randomizzato a due braccia parallele.
L’idea del team di lavoro è coinvolgere non meno di 1400 soggetti over 70 con problemi di equilibrio che vivono in comunità di anziani, come le case di riposo.

Ai partecipanti del gruppo di studio verrà chiesto di svolgere gli esercizi per almeno 30 minuti 3 volte la settimana; inoltre dovranno tenere un diario delle cadute.
A fine studio sarà proposto loro un questionario dal quale si potranno trarre ulteriori dati.

Stefania Somaré

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here