Osteoporosi, come individuare gli uomini a rischio?

148

Un team cinese suggerisce di utilizzare un test rapido ed efficace per rintracciare chi, nella popolazione maschile, è a maggiore rischio di sviluppare osteoporosi: lo IOF 1-min osteoporosis test.

Generalmente, quando si parla di osteoporosi si pensa alle donne. È una questione di numeri: oltre l’80% delle persone con osteoporosi sono di genere femminile e in menopausa. Tuttavia, l’osteoporosi maschile non va presa sotto gamba, anche perché circa 1/3 delle fratture da fragilità avviene proprio negli uomini.

Inoltre, non dimentichiamo che dopo una frattura del femore, sono proprio i pazienti uomini a correre il maggior rischio di morte. Quando e come, quindi, iniziare a fare screening per la qualità delle ossa nell’uomo? Per la donna la risposta è semplice, perché esiste una precisa fase di vita che innesca il depauperamento dello scheletro, ovvero la menopausa.

Negli uomini questo momento non esiste, o non è ancora stato individuato.
Qui si inserisce uno studio pubblicato su “Journal of Orthopaedic Surgery and Research” da un team cinese, afferente alla Shenzhen University, al Huazhong University of Science and Technology Union Shenzhen Hospital e all’ottavo Affiliated Hospital of Sun Yat-Sen University, tutti nella provincia di Guangdong.

La proposta del team

Il team propone di utilizzare un test rapido, indicato dalla International Osteoporosis Foundation (IOF) come adeguato allo scopo: si tratta dell’IOF osteoporosis risk check. Costituito da sole 19 domande, il test fornisce una indicazione di rischio e permette di stabilire chi sottoporre a esami più specifici.

Secondo il team di studio, questo test online si presta maggiormente a uno screening di popolazione e anche più sicuro, perché non richiede uso di radiazioni ionizzanti, come invece le radiografie.

Il team ha testato il questionario su 354 uomini, dei quali 106 con diagnosi di osteoporosi. Tutto il campione ha risposto alle domande del test, ricevendo una percentuale di rischio sulla base delle risposte, il team ha evidenziato quelle che maggiormente caratterizzano il paziente con osteoporosi: l’età, avere almeno un parente con osteoporosi o con gobba, essere un fumatore, bere alcool.

Sviluppo del IOF-1 minute osteoporosis test

Partendo dai dati ottenuti e dalle analisi statistiche successive, gli autori hanno quindi sviluppato un test a 5 domande, per renderlo ancora più rapido: quanti anni hai? sei sottopeso, ovvero, il tuo MBI è inferiore a 19; dopo i 40 anni, ha perso più di 3 cm di altezza? fumi attualmente o hai mai fumato sigarette? passi meno di 10 minuti al giorno all’aria aperta con pelle esposta al sole, senza prendere supplementi di vitamina D?

Il massimo score ottenibile da questo test è 180 e dai 160 in su, la probabilità di avere osteoporosi è dell’80%. Il test è stato allenato su 170 dei pazienti inclusi, e validato su altrettanti e mostra una capacità di calcolo del rischio simile ad altri modelli già esistenti, essendo però più veloce e comodo da utilizzare.

(Lo studio: Zhang, K., Wang, M., Han, W. et al. Construction of a predictive model for osteoporosis risk in men: using the IOF 1-min osteoporosis test. J Orthop Surg Res 18, 770 (2023). https://doi.org/10.1186/s13018-023-04266-7)