Gonartrosi, destrosio ipertonico adiuvante dell’acido ialuronico

709

Le infiltrazioni di acido ialuronico sono uno dei trattamenti proposti per rallentare il processo di degenerazione associato all’artrosi, ridurne la sintomatologia dolorosa e migliorare la funzionalità.

Nel ginocchio, l’acido ialuronico prodotto dal tessuto cartilagineo svolge un’azione lubrificante e spesso il processo artrosico inizia proprio con la riduzione della produzione di questa molecola. Apportarla dall’esterno può quindi essere importante.

In dettaglio, l’acido ialuronico porta vantaggi supportando la lubrificazione articolare, stimolando la produzione di acido ialuronico endogeno e agendo sui recettori del dolore. L’effetto non è eterno, ma a seconda delle condizioni del paziente e delle sue caratteristiche può durare dai 6 mesi all’anno. Poi è necessario ripetere l’infiltrazione. Spesso l’acido ialuronico viene inettato insieme ad altre sostanze che ne possono amplificare l’azione.

Uno studio ramdomizzato, condotto a Taiwan, ha messo a confronto l’efficacia di una co-iniezione di destrosio ipertonico e di soluzione salina con l’acido ialuronico sull’artrosi dei partecipanti. In tutto sono stati coinvolto 104 soggetti con artrosi di ginocchio di livello 2 o 3, secondo lo score di Kellgren-Lawrence. I pazienti hanno ricevuto una iniezione intra-articolare con il preparato una volta la settimana per tre settimane di fila. Gli autori hanno quindi confrontati i miglioramenti ottenuti nei due gruppi.

Anzitutto, hanno valutato la velocità di camminata rapida e regolare, il tempo richiesto per salire le scale e per alzarsi dalla sedia; in secondo luogo, sono stati misurati un paio di indici, in particolare il Western Ontario and McMaster Universities Osteoarthritis Index (WOMAC) e il Knee Injury and Osteoarthritis Outcome (KOOS). Le misurazioni sono state fatte prima delle iniezioni, per avere indicazioni dello stato iniziale di ogni paziente, e poi a 1 settimana dalla fine del trattamento, a 1 mese, a 3 mesi e a 6 mesi.

Gli autori hanno così potuto osservare differenze nei miglioramenti del gruppo studio, trattato con acido ialuronico e destrosio ipertonico, rispetto a quello di controllo: in particolare, il primo gruppo supera di molto il secondo per il tempo richiesto per salire le scale e per l’indice WOMAC a 6 mesi dall’intervento, per la riduzione del dolore e anche per i miglioramenti funzionali ottenuti dalla prima settimana ai 6 mesi.

Gli autori consigliano di tenere in considerazione anche questa sostanza da affiancare all’acido ialuronico. Lo studio è stato condotto dal Dipartimento di Medicina Fisica e Riabilitativa del Shin Kong Wu Ho-Su Memorial Hospital e del College of Medicine della Tapei Medical University e dall’Istituto di Epidemiologia e Medicina Preventiva della National Taiwan University.

(Lo studio: Hsieh RL, Lee WC. Effects of Intra-Articular Coinjections of Hyaluronic Acid and Hypertonic Dextrose on Knee Osteoarthritis: A Prospective, Randomized, Double-Blind Trial. Arch Phys Med Rehabil. 2022 Apr 16:S0003-9993(22)00344-6. doi: 10.1016/j.apmr.2022.04.001. Epub ahead of print. PMID: 35439521)

Stefania Somaré