Fondazione Don Gnocchi, Premio Giovani Ricercatori 2023

342

Come ogni anno, Fondazione Don Gnocchi ha pubblicato il bando per la partecipazione all’edizione 2023 del Premio Giovani Ricercatori, dedicato a ricercatori di ambo i sessi under 40 che si siano impegnati nella ricerca clinica-epidemiologica di base, traslazionale e tecnologica, nell’ambito della medicina della riabilitazione.

Due le categorie del premio: benchside, dedicata a chi lavora a progetti di ricerca solo in laboratorio; bedside, per chi, invece, sperimenta anche al letto del paziente.
Quattro i premi a disposizione, ognuno del valore di 5 mila euro, assegnati due per ogni categoria. Partecipa ai fondi per il premio anche l’Associazione Nazionale Alpini, da sempre di supporto alla Fondazione.

Il premio intende sostenere i vincitori nel loro percorso di formazione e/o di ricerca all’interno della struttura: a tal fine, la giuria potrà stabilire di destinare il 100% del premio a formazione e ricerca, oppure di allocarne il 50% direttamente in busta paga.

La giuria, non ancora nominata, sarà composta da almeno tre valutatori e potrà decidere di nominare altri esperti, in base al numero delle domande pervenute, per riuscire a valutarle tutte.
Una volta individuate le candidature migliori, queste saranno passate al Comitato di Coordinamento della ricerca e innovazione di Fondazione Don Gnocchi, composto a sua volta dai direttori e vicedirettori scientifici dell’Irccs, dal direttore di Sviluppo e Innovazione e dal direttore operativo della ricerca, che sceglieranno i vincitori.
70 i punti a disposizione della Commissione per ogni partecipante.
Ai fini della vittoria, conterà la valutazione del percorso di carriera e degli obiettivi di ricerca raggiunti.
Saranno prodotte due classifiche: una per i profili benchside e una per i profili bedside.

I vincitori verranno resi pubblici il 2 ottobre 2023, mentre i premi saranno consegnati il 18 ottobre 2023, a Milano, in occasione della Giornata della Ricerca.

Il termine ultimo per la sottomissione del bando è scaduto la scorsa settimana. Interessante comunque osservare quali caratteristiche erano richieste per poter accedere al premio: essere nati a partire dal primo gennaio 1983, con possibilità di estendere il periodo di 5 mesi per ogni eventuale figlio, da comprovare con autodichiarazione; aver svolto attività di ricerca presso Fondazione Don Gnocchi almeno dal 2021, con un contratto subordinato o parasubordinato, anche a tempo determinato; aver pubblicato almeno uno studio su una rivista con impact factor, con esplicita affiliazione a Fondazione Don Gnocchi, essendo il primo o l’ultimo autore, oppure il corresponding author.

La ricerca è alla base del lavoro svolto in Fondazione Don Gnocchi, necessaria per poter continuare a sperimentare e introdurre proposte multidisciplinari alla cura dei più fragili, così come protocolli e tecnologie che facilitino la medicina di precisione e la riabilitazione personalizzata.