Una delle strategie che il clinico può scegliere per trattare il dolore cronico lombare e degli arti inferiori consiste nella stimolazione del midollo spinale.

Una review statunitense ha cercato di svelare i meccanismi d’azione di questo sistema e di capirne al meglio l’efficacia clinica, il tutto per supportare il processo decisionale (Vallejo R, Gupta A, Cedeno DL, Vallejo A, Smith WJ, Thomas SM, Benyamin R, Kaye AD, Manchikanti L. Clinical Effectiveness and Mechanism of Action of Spinal Cord Stimulation for Treating Chronic Low Back and Lower Extremity Pain: a Systematic Review. Curr Pain Headache Rep. 2020 Sep 30;24(11):70. doi: 10.1007/s11916-020-00907-2. PMID: 32997170).

La review ha preso in considerazione sia studi randomizzati sia studi non randomizzati e studi osservazionali, per un totale di 18 lavori.
Lo studio ha permesso di evidenziare l’esistenza in letteratura di review sistematiche che dimostrano l’efficacia della stimolazione del midollo spinale nella gestione del dolore cronico della colonna, della sindrome dell’arto fantasma, della sindrome complessa del dolore regionale e in altre condizioni dolorose.

Via via che la tecnologia progredisce, anche questo trattamento evolve.
Non è ancora chiaro tuttavia quale sia il meccanismo di azione che porta al successo terapeutico.
Se una volta si sosteneva la teoria del gait control, oggi lo sviluppo di terapie che non si basano sulla parestesia e che pure sono efficaci ha riacceso la questione.

Stefania Somaré

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here