L’evoluzione del plantare attivo

0
258

Il concetto di “plantare attivo” presentato al mercato italiano nel febbraio 2018 con il sistema SensoMatch, trova sempre più consensi sia presso i tecnici che “sposano” questo nuovo modo di curare i propri pazienti sia presso i medici che prescrivono il trattamento con questo metodo per la prevenzione e per la cura.
La torinese Gila presenta un’ulteriore novità del sistema.
Dal mese di aprile, infatti, è disponibile un nuovo strumento per creare il “plantare attivo”: il software SensoInsole per creare i plantari attivi SensoPed.
Questo nuovo sviluppo permette al tecnico di acquisire nuove competenze e aumentare le proprie possibilità di effettuare personalizzazioni.
Il tecnico, grazie alla dinamicità del software, potrà facilmente disporre di tutti gli elementi nelle molteplici misure, senza dover fresare o adattare il singolo elemento.
Tutti gli elementi nuovi saranno presenti nelle librerie del programma: il tecnico potrà modificarli scegliendo semplicemente la misura che vorrà creare per il suo lavoro.
Con questa novità, il tecnico potrà occuparsi “interamente” del cliente e fare le scelte professionali più idonee; tutto il suo lavoro realizzato sul software verrà raccolto in un file che, trasmesso alla Gila, permetterà al laboratorio di ottenere in pochi giorni un “plantare attivo” cad-cam personalizzato.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here