L’osteoartrite mediale di ginocchio è dovuta a una conformazione del ginocchio in varo ed è la più comune tra le artriti di ginocchio.
Tra le varie proposte per ridurre l’avanzamento della patologia cartilaginea, esiste anche quella di indossare plantari ad hoc.
Uno studio portoghese prospettico, randomizzato e controllato, condotto in singolo cieco, si è proposto di indagarne l’efficacia (Ferreira V, Machado L, Vilaça A, Xará-Leite F, Roriz P. Effects of tailored lateral wedge insoles on medial knee osteoarthritis based on biomechanical analysis: 12-week randomized controlled trial. Clin Rehabil. 2021 Mar 15:269215521997988. doi: 10.1177/0269215521997988. Epub ahead of print. PMID: 33715477).

Gli autori hanno coinvolto 38 pazienti con artrite mediale di ginocchio, suddividendoli tra due gruppi: un gruppo di studio, che ha indossato plantari con zeppa laterale creati in maniera personalizzata, con una inclinazione di 2, 4, 6, 8 o 10 gradi; un gruppo di controllo che ha invece utilizzato le tradizionali solette neutre.

L’intero studio è stato condotto in un laboratorio di biomeccanica, come spesso accade in questi casi.
Entrambi i gruppi hanno portato i plantari per 12 settimane: alla fine del periodo, gli autori non hanno rilevato nessuna differenza tra i due gruppi, in termini di intensità di dolore, parametri biomeccanici, test di performance fisica e Knee Injury and Osteoarthritis Outcome Score.

Vero è, però, che molti dei partecipanti al gruppo studio hanno dichiarato di percepire dei miglioramenti, ma questi non hanno significato clinico.
Come spesso accade, il numero dei partecipanti è davvero piccolo, ma lo studio suggerisce di valutare meglio l’efficacia clinica delle solette con zeppa, perché queste devono essere prodotte in modo personalizzato, con costi aggiuntivi.

Stefania Somaré

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here