Nella pratica ortopedica può capitare di trattare pazienti con alluce valgo che soffrono contemporaneamente di osteoartrosi moderata o leggera.

Dal momento che la letteratura non offre indicazioni rispetto alle migliori modalità di gestione di questi casi, la II Clinica Ortopedica e Traumatologica dell’Istituto Ortopedico Rizzoli di Bologna ha condotto uno studio ad hoc, in collaborazione con la Clinica Ortopedica dell’Azienda Ospedaliera Universitaria di Parma (Mosca M, Caravelli S, Vocale E, Fuiano M, Massimi S, Di Ponte M, Censoni D, Grassi A, Ceccarelli F, Zaffagnini S. Hallux valgus associated to osteoarthritis: Clinical-radiological outcomes of modified SERI technique at mid to long term follow-up. A retrospective analysis. Foot Ankle Surg. 2021 Feb 1:S1268-7731(21)00024-2. doi: 10.1016/j.fas.2021.01.012. Epub ahead of print. PMID: 33574005).

L’obiettivo dello studio era presentare una tecnica percutanea in grado di preservare l’articolazione, la SERI modificata.
Tra il 2008 e il 2018 questa tecnica è stata applicata a 128 piedi per 120 pazienti, caratterizzati da alluce valgo da lieve a moderato associato a osteoartrosi di livello 1 o 2.

I dati dei follow-up di questi pazienti sono stati osservati retrospettivamente e si è evidenziato un miglioramento dello score dell’American Orthopaedics Foot Ankle Society, una diminuzione media dell’angolo dell’alluce valgo e dell’angolo intermetatarsale rispetto al preoperatorio e un miglioramento dell’angolo medio articolare distale metatarsale.

Questi sono alcuni dei risultati ottenuti dagli autori, che suggeriscono che la tecnica possa essere estesa alla categoria di pazienti studiata con ottimi risultati.

Stefania Somaré

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here