Lea e Nomenclatore Tariffario: si vede il traguardo

A diciassette anni dall’ultimo aggiornamento, forse entro la metà del mese di dicembre il nuovo Nomenclatore Tariffario vedrà la luce, insieme ai nuovi Livelli Essenziali di Assistenza (Lea), immodificati da quindici anni. Al momento il Dpcm, già fornito della bollinatura da parte della Ragioneria Generale dello Stato, si trova presso le Camere, che per legge hanno solo trenta giorni per fornire il loro parere.
Quindi si vede finalmente un traguardo per questo tanto atteso e altrettanto criticato Dpcm: particolarmente critiche le associazioni che operano in diffesa dei disabili, tra cui l’Associazione Luca Coscioni, che da tempo ha sottolineato come alcuni dei punti del nuovo Nomenclatore Tariffario siano inadeguati. In particolare, non convince la norma che stabilisce che alcuni ausili altamente personalizzati, in particolare dodici, vengano acquistati a gara, quindi tutti uguali e al prezzo più basso. Ciò significa fornire la stessa carrozzina, per esempio, a due disabili che hanno però necessità differenti tra loro. L’Associazione ha chiesto pertanto che questi dodici ausili vengano stralciati dalla procedura di messa a gara.

Stefania Somaré

Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Ortopedici e Sanitari © 2017 Tutti i diritti riservati