Molise: sospese le forniture protesiche al Ssr

1453

«Ci scusiamo con i nostri assistiti, ma siamo costretti a sospendere le forniture in convenzione. Non possiamo anticipare oltre». Queste le parole che campeggiano su tanti manifesti affissi vicino alle officine ortopediche molisane. Una sospensione che mette in difficoltà non pochi assistiti del Servizio Sanitario Regionale e che dispiace agli stessi tecnici ortopedici, ma che non poteva essere rimandata. L’Asrem, infatti, non paga i propri fornitori da parecchio tempo, mettendoli letteralmente in ginocchio. La stima del credito che il sistema sanitario molisano avrebbe nei confronti dei propri fornitori di protesi e affini è di circa due milioni di euro, dal 2011 a oggi. Una cifra che è stata anticipata dalle aziende stesse, creando un “vuoto” che oggi le costringe non solo a sospendere le forniture, ma anche a non pagare più gli stipendi ai propri dipendenti, che sono quindi a rischio licenziamento. Una trentina i posti a rischio nella Regione. Il tutto pur lavorando e avendo bilanci in attivo: basterebbe che la Regione pagasse i suoi debiti.