Design per la salute, il benessere e lo sport

3226

Stampa26 giugno 2015, a Venezia. Mostra finale del laboratorio “Design Medicale e Tecnologie Emergenti”, presso l’Università Iuav di Venezia. Il laboratorio ha affrontato la progettazione di prodotti innovativi nel campo della salute, del benessere e dello sport. Le priorità nel campo dell’assistenza sanitaria si stanno spostando dalla cura delle malattie alla ricerca di stili di vita che prevengano le malattie e assicurino il benessere dei cittadini. Questo è anche uno degli obiettivi prioritari delle linee di ricerca europee, essendo tra l’altro una delle componenti essenziali del discorso sulle smart cities.
Tra le innovazioni che possono favorire la trasformazione di cui stiamo parlando vi sono certamente alcune delle principali tecnologie emergenti (sensori, tecnologie microelettroniche, tecnologie Ict, internet, realtà aumentata, Rfid, nanotecnologie, materiali innovativi, internet of things), tanto che quello della salute, del benessere e dello sport può essere considerato uno dei più importanti settori di sperimentazione e applicazione di tali tecnologie.
Il design affronta alcune nuove questioni e ne affronta in modo nuovo alcune che appartengono alla sua tradizione, come:
stili di vita attenti al benessere fisico e psicologico che attribuisconoun ruolo importante all’attività fisica;
innalzamento della vita media della popolazione e conseguente prolungamento di una vita attiva che include anche attività sportiva non competitiva;
possibilità, grazie alle tecnologie emergenti, di svolgere a domicilio e in modo semplificato il monitoraggio dei parametri fisiologici, di quelli relativi alla postura ecc., di ricevere in tempo reale indicazioni e di inviare i dati completi al medico;
rilevanza maggiore delle componenti comunicative dei prodotti, delle interfacce, di elementi di identificazione delle prestazioni, di manuali di istruzioni d’uso e manutenzione.