Nuovi sviluppi nella riabilitazione post ictus

0
118
Il Consorzio Retrainer
Il Consorzio Retrainer

Retrainer è la nuova piattaforma pensata per la riabilitazione del braccio e della mano per pazienti colpiti da ictus. I primi risultati della sperimentazione clinica confermano l’efficacia di questo dispositivo.

Per la riabilitazione post ictus arriva Retrainer. Si tratta di una nuova piattaforma per il recupero della funzione del braccio e della mano sviluppata da un gruppo di università e aziende coordinate da Ab.Acus, PMI milanese, con coordinamento scientifico del Politecnico di Milano* co-finanziata all’interno Programma EU Horizon 2020.

Retrainer integra un esoscheletro passivo per il sostegno del peso del braccio, che può essere montato su una normale sedia o sulla carrozzina del paziente, una neuro-protesi per i muscoli del braccio controllata direttamente dall’attività elettromiografica residua del paziente e una seconda neuro-protesi per il recupero delle funzioni della mano.
«Si tratta di due moduli pensati per lavorare sia indipendentemente sia integrati», spiega Alessandra Pedrocchi, coordinatore scientifico di Retrainer, docente di Bioelettromagnetismo e Strumentazione Biomedica al Politecnico di Milano.

«Attraverso un modulo dedicato, inoltre, Retrainer è in grado di effettuare una stimolazione elettrica funzionale per potenziare l’attività volontaria muscolare rinforzandola, ma anche di stimolare la muscolatura priva di attività residua. Gli esercizi riabilitativi prevedono l’utilizzo di oggetti interattivi che riconoscono in modo automatico il raggiungimento delle posizioni target. Si tratta di tag RFID colorati che interagiscono con i sensori a bordo di Retrainer e permettono di guidare l’esercizio in tutte le sue fasi e conseguentemente di attivare/disattivare i freni e la stimolazione».

Il progetto si concluderà a fine 2018 e ha l’obiettivo sia di verificare l’efficacia clinica di Retrainer, sia le potenzialità di sfruttamento industriale. Gli 8 prototipi della piattaforma sono attualmente utilizzati all’interno di uno studio multicentrico che si sta svolgendo nel Centro di riabilitazione Villa Beretta di Costa Masnaga (Lecco) e nella clinica Asklepios Klinik Alsbach Gmbh in Germania, partner clinici del progetto. I primi dati della valutazione clinica sugli 85 dei 140 pazienti previsti sembrano confermare l’efficacia di Retrainer.

*altri partner sono: Università Tecnica di Vienna; Università Tecnica di Berlino; École Polytechnique Fédérale di Losanna; Otto Bock Healthcare Products Gmbh (Austria); Hasomed Gmbh (Germania); Villa Beretta di Costa Masnaga (Lecco); Asklepios Klinik Alsbach Gmbh (Germania).

Roberto Tognella

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here