Lettini per ecografia

0
316

Lettini per ecografiaI fattori che contribuiscono ai disturbi muscolo-scheletrici sono multifattoriali, come per esempio quelli di origine biomeccanica.
In ecografia l’aspettativa è la riduzione delle lesioni e del turnover dei lavoratori, che influiscono sulla qualità dell’assistenza; la progettazione dell’attrezzatura ausiliaria nella postazione di lavoro si concentra pertanto sulla riduzione dei fattori di rischio correlati al lavoro per le lesioni muscolo-scheletriche.

Un esempio sono i lettini per ecografia proposti da Esco, che offrono requisiti come la regolazione elettrica dell’altezza, un’altezza bassa del tavolo che permette ai pazienti di trasferirsi senza assistenza dalla carrozzina al tavolo (questo riduce il mal di schiena per gli ecografisti e i rischi di caduta per il paziente), un design che consente all’ecografista di posizionare il paziente vicino a sé (le sponde laterali si piegano sotto il telaio del tavolo).
Inoltre, una sezione a cuneo regolabile consente di supportare il paziente in una posizione di decubito laterale e di avvicinarsi al paziente.

Le ruote orientabili centrali permettono di azionare il meccanismo di bloccaggio.
Per l’esecuzione di esami di tiroide e carotide, poi, può essere aggiunto un poggiatesta. Altre due caratteristiche interessanti sono le doppie torri, che migliorano la stabilità del tavolo e consentono più opzioni per la regolazione (compresi Trendelenburg e anti Trendelenburg), e l’estensione del tavolo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here