Lamezia Terme: nuovo centro protesi Inail

Lamezia Terme: nuovo centro protesi Inail Inaugurato il 15 gennaio a Lamezia Terme il nuovo Centro Protesi dell’Inail che si configura come un polo integrato tra Inail e Azienda Sanitaria di Catanzaro il cui obiettivo è agire una presa in carico della persona con disabilità, favorendone il reinserimento nella vita quotidiana.

Funzione del Centro è quindi favorire l’erogazione di protesi e assistenza riabilitativa ai cittadini del territorio, che ne abbiano necessità per infortuni sul lavoro o per altre motivazioni: qui potranno infatti essere realizzate protesi e presidi ortopedici per tutti i livelli di amputazione e malformazione congenita, oltre alla consulenza e fornitura di ausili per lesioni midollari.

Ubicato all’interno della struttura della Fondazione Mediterranea Terina onlus, il Centro si compone di una officina ortopedica dove personalizzare protesi e ausili e applicarli ai pazienti, e di vari ambienti dedicati invece al training riabilitativo, tra cui palestre per la fisioterapia, studi massoterapici e spazi per le terapie occupazionali. Chiude il ciclo di presa in carico la presenza di consulenza per gli ausili robotici, domotici e per la mobilità ambientale. Qui sarà inoltre possibile conseguire una patente speciale.

Tutte le prestazioni del Centro saranno erogate in modalità ambulatoriale, semiresidenziale o residenziale non ospedaliera.

Perché gli interventi siano mirati al 100% sulle esigenze del singolo paziente, tutte le prestazioni del nuovo Centro saranno integrate con quelle del Centro diagnostico polispecialistico Inail regionale nelle branche specialistiche della neurologia, otorinolaringoiatria, oculistica, pneumologia, cardiologia e radiologia.

In questo modo sarà anche più semplice inquadrare i singoli casi da un punto di vista clinico e medico legale. Per quanto riguarda invece la fisioterapia, vi sarà l’integrazione con gli interventi della Struttura complessa di riabilitazione intensiva del presidio ospedaliero di Lamezia Terme dell’Asp di Catanzaro.

Un Centro così concepito ha bisogno di varie figure professionali per poter operare, dal medico dell’Inail, il fisioterapista, il massoterapista e altre figure sanitarie, oltre a personale amministrativo e tecnico. In totale gli operatori coinvolti sono 110.

Stefania Somaré

Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Ortopedici e Sanitari © 2018 Tutti i diritti riservati